Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

MART DIGITAL

 

 

 



«La nostra sfida è diventare una piattaforma per l’arte moderna e contemporanea in un territorio più ampio rispetto al perimetro del museo e questo territorio include anche quei luoghi virtuali in cui il dibattito e lo studio si generano, in cui la cultura stessa si riverbera e si espande»
Gianfranco Maraniello



LA WEB COMMUNICATION AL MART

Primo museo italiano ad aver ospitato un wikipediano in residenza, tra i main partner del Google Cultural Institute, il Mart è anche su Telegram e su Messenger, ancora una volta in pole position.

Promuovere la cultura significa oggi rendere accessibili le proprie Collezioni anche ai visitatori che non possono entrare fisicamente al Museo e permettere al pubblico di condividere contenuti, messaggi, punti di vista diventando parte di una community dinamica che rende il museo un luogo vivo e partecipato.


Ai progetti di condivisione della conoscenza e di digitalizzazione del patrimonio, si affiancano i progetti di web communication e l’utilizzo delle tecnologie digitali per favorire il dialogo con i visitatori e con i giornalisti.


Si va quindi dalla digitalizzazione di opere, libri e materiali d’archivio, alle compilation collaborative su Spotify, passando dalle bacheche su Pinterest e ai teaser delle mostre.
Attivo sui più popolari social network, il Mart incoraggia i visitatori a condividere scatti, video e commenti attraverso tablet e smartphone e alle classiche audio guide delle mostre affianca audio guide digitali gratuite.
 

MARTMUSEUMBOT

MARTMUSEUMBOT

SCOPRI
Il Mart su Google Arts & Culture

Il Mart su Google Arts & Culture

Scopri
Un wikipediano in residenza al Mart

Un wikipediano in residenza al Mart

Scopri